Stefano Colonna

Stefano Colonna si laurea nel 1992 con Maurizio Calvesi presso l’Università “La Sapienza” di Roma. Nel 1997 consegue il dottorato di ricerca in Storia dell’Arte con Vera Fortunati all’Università degli Studi di Bologna. Dal 1993-1994 svolge attività di ricerca scientifica e didattica presso il Dipartimento di Storia dell’Arte dell’Università “La Sapienza” tenendo seminari di studi su La cultura antiquaria a Roma intorno all’Hypnerotomachia e su Giulio Camillo e le arti figurative. Nel 1998-1999 tiene il primo corso su Gli strumenti della ricerca storico-artistica dalla tradizione all’innovazione. Nel biennio 2000-2002 conduce una ricerca su Storia dell’Arte e informatica. Arte e istituzioni a Roma dal medioevo al XX secolo. Nel 2006/07 tiene lezioni per il Corso di Laurea Specialistica su l’Architettura del Rinascimento e l’Antico e nel 2007/ 08 su Palladio e il Classicismo, quindi e nel 2009/10 su Peruzzi e l’Antico. Nel 1996 fa parte del Comitato Scientifico del Convegno Internazionale di Studi su Roma nella svolta tra Quattro e Cinquecento. La rivisitazione pagana di artisti e umanisti. Cultura antiquaria tra filologia e simbolo. Il problema del Polifilo ed è il curatore degli Atti presentati presso l’Accademia Nazionale dei Lincei nel 2004. Nel 2008 Maurizio Calvesi gli assegna una borsa di studio per la ricerca: La cultura antiquaria a Roma da Flavio Biondo a Piranesi nell’ambito del “Premio Balzan”. Nel 2011 vince il concorso per Ricercatore presso il Dipartimento di Storia dell’Arte dell’Università “La Sapienza”. Nel 1994 fonda la prima rivista telematica d’arte italiana “BTA – Bollettino Telematico dell’Arte” di cui tuttora è direttore. Nel 1995 istituisce l’Associazione Culturale “FESTINA LENTE – C.I.R.S.A.”.

Le pubblicazioni di Stefano Colonna

 

- Pomponio Torelli, Annibale e Agostino Carracci e la teoria degli affetti nella Galleria Farnese. Il rapporto tra le Corti farnesiane di Parma e Roma, in Il debito delle Lettere.
Pomponio Torelli e la cultura Farnesiana di fine Cinquecento, in Atti del convegno (Parma- Montechiarugolo, 13-14 novembre 2008), in corso di stampa.

- La fortuna critica dell’Hypnerotomachia Poliphili, Roma, CAM Editrice, 2009

- Recensione di Robert G. La France, Bachiacca: artist of the Medici court, Firenze, Olschki, 2008, in “Storia dell’Arte”, N.S. 21 (121), (2008), pp. 177-178.

- Due incisioni inedite di Agostino Carracci per gli epitalami di Ranuccio Farnese e Margherita Aldobrandini e il programma della Galleria Farnese, in En blanc et noir. Studi in onore di Silvana Macchioni, a cura di Francesco Sorce, Roma, Campisano, 2007, pagg. 83-90.

- La Galleria dei Carracci in Palazzo Farnese a Roma. Eros, Anteros, Età dell’Oro, Roma, Gangemi, 2007.

- L’”Hypnerotomachia” e Francesco Colonna romano : l’appellativo di “frater” in un documento inedito, in Storia dell’arte, n.109, 2004

- Roma nella svolta tra Quattro e Cinquecento, in Atti del Convegno a cura di Stefano Colonna, 2004

- Per Martino Filetico maestro di Francesco Colonna di Palestrina : la “polufilìa” e il gruppo marmoreo delle Tre Grazie, in “Storia dell’arte”, n.102, 2002

Realizzato da phalanx.itCAM Editrice - Via Capodiferro 4 - 00186 Roma - Tel/fax: 06 68300889