Cronologia dell’immortalità (Gino De Dominicis)

8.00

Descrizione

Storia dell’Arte 104-105, Gennaio – Agosto 2003

Italo Tomassoni

Cronologia dell’immortalità (Gino De Dominicis)

L’intera opera di Gino De Dominicis ruota intorno ad un asse rappresentato dall’idea della morte. La sua opera d’altronde, non è incompatibile con una tonalità fondamentale, grande tema o motivo ricorrente, essendo concepita e vissuta come un costante avvitamento attorno alla propria ontologia. La morte è vissuta nella sua fisicità e nel suo accadere fenomenico. Attraverso le immagini di corpi (deformi, che invecchiano, mummificati, spettrali, appartenenti a catene evolutive sconosciute) la vita è rappresentata sempre dal punto di vista del tempo della morte. Le immagini ne sono l’annuncio e la preparazione. Su tutto aleggia il fantasma dell’entropia vissuta come il negativo del mondo. Gino De Dominicis è ossessionato da questo inganno cosmico che provoca la fine della civiltà e la inesorabile scomparsa dell’arte. Ne trae i presupposti per una serie di riflessioni cosmologiche suggeritegli dalla drammaticità della contraddizione insita nella formulazione della termodinamica: l’energia conservata è destinata ad essere irreversibilmente e progressivamente dissipata.

Informazioni aggiuntive

Numero

104/105