Le lettere di Pietro Veri a Virginio Orsini sul cantiere di Montegiordano

8.00

Descrizione

Storia dell’Arte 140,  Gennaio – Aprile 2015

Giulia Daniele

Le lettere di Pietro Veri a Virginio Orsini sul cantiere di Montegiordano

L’analisi del carteggio privato tra Virginio II Orsini, duca di Bracciano, ed il suo architetto e pittore di fiducia, ancora il poco noto fiorentino Pietro Veri, ha permesso di far luce sugli sviluppi cronologici del cantiere decorativo che interessò, a inizio Seicento, il palazzo romano di Montegiordano. Scarsamente considerati dalla critica ed obliterati quasi integralmente da interventi successivi, i lavori patrocinati da Virginio, modificarono di fatto l’intero l’aspetto delle sale della dimora, studiate secondo un preciso progetto celebrativo volto a rendere l’edificio nuovamente degno di ospitare il suo illustre proprietario. Si tratta dei piccoli fregi con putti e stemmi ancora conservati sotto gli strombi di due finestre.

Informazioni aggiuntive

Formato

Singolo Articolo

Numero

140