Lorenzo Lippi ritrattista per Francesco Cellesi 

8.00

Descrizione

Storia dell’arte 143-145, 2016

Elisa Acanfora

Lorenzo Lippi ritrattista per Francesco Cellesi 

Il saggio restituisce al pittore fiorentino Lorenzo Lippi il Ritratto di Francesco Cellesi (Musée des Beaux-Arts di Chambéry) – di verosimile provenienza toscana –, e ne precisa, per via documentaria, la data di esecuzione e le vicende probabili della sua commissione. L’opera, era sinora assegnata genericamente alla scuola toscana del primo Seicento e aveva goduto anche di una attribuzione non convincente a Onorio Marinari. Grazie alle fonti d’archivio è stato possibile ricostruire come il ritratto fu realizzato nel 1644, probabilmente a Innsbruck dove il Lippi si trovava tra il novembre 1643 e la primavera del 1644, chiamato da Claudia, moglie del granduca Leopoldo d’Austria. È lecito pensare che vi fosse giunto con la delegazione toscana, di cui fece parte Cellesi, che tra la fine del 1642 e gli inizi dell’anno seguente, era stato incaricato dal granduca Ferdinando II de’ Medici di recarsi in Austria.

Informazioni aggiuntive

Numero

143/145