Meditations on Magnasco

Edizione digitale

8.00

Descrizione

Storia dell’Arte 116/117, Gennaio – Agosto 2007

John E. Gedo 

Meditations on Magnasco

L’autore ritorna su una questione più volte dibattuta dalla storiografia con risultati sempre difformi ovvero se esista o meno una chiave interpretativa dei dipinti del Magnasco data la bizzarria e l’ambiguità di soggetti tanto inusuali al punto da far parlare di pittura dettata da “forze demoniache”.
Scrutinando oltre cinquecento dipinti del maestro genovese, l’autore osserva che il trenta per cento della sua produzione rappresenta scene con frati Cappuccini o frati Camaldolesi; molti altri dipinti sono dedicati alla rappresentazione degli umili, dei poveri, o di mendicanti. Secondo l’autore il maestro non intende comunicare una sua personale visione politica, ma il suo proposito è soltanto quello di stimolare la curiosità degli acquirenti.

Informazioni aggiuntive

Numero

116/117