Addizioni barocche nella cattedrale di Narni: Giuseppe Paglia, Nicola Michetti e Girolamo Troppa

8.00

Descrizione

Storia dell’Arte 139, Settembre – Dicembre 2014

Salvatore Enrico Anselmi

Addizioni barocche nella cattedrale di Narni: Giuseppe Paglia, Nicola Michetti e Girolamo Troppa

Il contributo analizza le vicende barocche relative alla confessio e al presbiterio della cattedrale di Narni (1642-1715 ca.). Queste addizioni indicano il recupero delle vestigia dei culti paleocristiani, lavori che coinvolsero alcuni protagonisti della cultura artistica romana come Giuseppe Paglia, Nicola Michetti e Girolamo Troppa. L’avvio dei lavori, su commissione del vescovo G. Bocciarelli, consistè nella costruzione dell’altare all’interno della cripta e nella ridefinizione del complesso con il sacello dei proto-martiri, la confessio e la pergula. Il cardinale G. Sacripanti patrocinò la conclusione dei lavori e il reimpiego di un altare, progettato da Carlo Rainaldi per la basilica romana dei SS. Apostoli. Emergono stretti rapporti di contiguità con il contesto artistico dell’Urbe, che evidenziano l’affermarsi di uno stile berniniano, operato da Paglia nel progetto per il baldacchino della cattedrale. Di stretta osservanza borrominiana invece, la sontuosa decorazione a commessi marmorei policromi della confessio, una rielaborazione sulla scorta di riferimenti romani, tra cui la cappella Spada in S. Girolamo della Carità.

Informazioni aggiuntive

Numero

139