La Venere Barberini. Un dipinto di Giulio Mazzoni da Palazzo Capodiferro

8.00

Descrizione

Storia dell’arte 122/123, Gennaio – Agosto 2009

Paola Iazurlo

La Venere Barberini. Un dipinto di Giulio Mazzoni da Palazzo Capodiferro

L’autrice attribuisce a Giulio Mazzoni la Venere Barberini (affresco staccato ad olio) e dimostra che il dipinto originariamente faceva parte della decorazione di Palazzo Capodiferro. La Venere è stata a lungo ritenuta persino di mano di Michelangelo o in alcuni casi di epoca romana, per via della particolare tecnica a olio. L’autrice che ha curato il restauro ripercorrendone le intricate vicende scopre, appunto che la Venere Barberini era stata eseguita per la Galleria degli Stucchi e che fu rimossa da quella sede nei primi anni del Seicento per far posto ad una scala fatta fare da Bernardino Spada.

Informazioni aggiuntive

Numero

122/123