Pio Joris (1843-1921) e la pittura a Roma nel secondo Ottocento

8.00

Descrizione

Storia dell’arte 128, Gennaio-Aprile 2011

Matteo Piccioni

Pio Joris (1843-1921) e la pittura a Roma nel secondo Ottocento

Il saggio delinea, attraverso l’analisi del percorso artistico di Pio Joris (Roma 1843-1921), l’evoluzione della situazione culturale romana della seconda metà del XIX secolo, dal rientro di Pio IX dall’esilio volontario a Gaeta (1849), fino all’Esposizione Internazionale di Belle Arti del 1883 che vide trionfare la nuova pittura celebrativa del Regno d’Italia. Ponendo a confronto la sua opera con quella degli artisti che maggiormente lo influenzarono e percorrendo le tappe fondamentali del suo iter artistico fino al 1900 è stato possibile approfondire alcuni punti nodali della questione artistica romana.

Informazioni aggiuntive

Numero

128