Il primato di Napoli: i maestri partenopei dell’Ottocento tra innovazione e mercato internazionale

8.00

Descrizione

Storia dell’Arte 115, Settembre – Dicembre 2006

Gianluca Berardi 

Il primato di Napoli: i maestri partenopei dell’Ottocento tra innovazione e mercato internazionale

Domenico Morelli, Francesco Paolo Michetti, Antonio Mancini sono i protagonisti del saggio. L’autore individua in ciascuno dei tre artisti che rappresentano la fase più matura della grande tradizione ottocentesca napoletana, ambiti e tematiche privilegiate e personali. Morelli mette in scena un fantasioso “mondo orientale”. Michetti sublima la vita contadina e la trasforma in “idillio pastorale” rendendo spettacolare il cosiddetto “repertorio” del folclore, scene cioè con celebrazioni quasi pagane di feste religiose. Mancini nutre il suo verismo di impasti corposi e intrisi di materia. L’autore offre al lettore spunti di riflessione sul passaggio fra la “pittura dal vero” e il disegno da album o la stampa di argomento popolare che in grande misura hanno influenzato le illustrazioni da viaggio prima dell’impiego della fotografia. (F.F.)

Informazioni aggiuntive

Numero

115