Artis Pictoriae Amator et Cultor. Il primo ritratto di Philippe Le Roy ritrovato

Edizione digitale

8.00

Descrizione

Storia dell’arte 122/123, Gennaio – Agosto 2009

Francesco Solinas

Artis Pictoriae Amator et Cultor. Il primo ritratto di Philippe Le Roy ritrovato

Il restauro che ha rimosso le pesanti ossidazioni dal ritratto di Philippe Le Roy a mezza figura, dipinto da Van Dyck e a lungo conservato nella Biblioteca di Woburn Abbey, ne ha rivelato la qualità di autentico capolavoro. L’autore ritiene che l’opera sia la prima versione del ritratto a figura intera dello stesso personaggio nella Wallace Collection di Londra. Lo straordinario recupero induce inoltre l’autore a riconsiderare la tecnica impiegata dal maestro fiammingo nei ritratti e a ricostruirne il procedimento; spesso l’artista abbozzava con pochi tratti veloci a carboncino e a pennello un disegno sintetico in presenza del modello per poi lasciare al suo atelier ultimare con cura meticolosa ogni dettaglio.

Informazioni aggiuntive

Numero

122/123