Carlo Carrà: l’arte “costruttiva” italiana contro il “decorativismo” di Parigi

8.00

Descrizione

Storia dell’Arte 131, Gennaio -Marzo 2012

Simona Pandolfi 

Carlo Carrà: l’arte “costruttiva” italiana contro il “decorativismo” di Parigi

L’autrice delinea, rileggendo i numerosi scritti di Carlo Carrà il suo complesso e ambivalente rapporto con l’arte francese. Nelle varie fasi della sua produzione, l’artista muove apprezzamenti negativi nei confronti dell’ambiente parigino, pur riprendendone elementi iconografici e di stile. Vengono esaminati i diversi punti di scontro e soprattutto quello relativo all’art nègre riscoperta in quegli anni a Parigi. L’autrice si sofferma sulla fase futurista e su quella “antigraziosa”, mettendo in risalto la centralità che per Carrà hanno dei valori tradizionali dell’arte italiana che hanno costruito lo stile del Novecento negli anni Venti. Carrà reagisce con toni aggressivi e agguerriti alle travolgenti novità di Picasso, Matisse e Derain.

Informazioni aggiuntive

Numero

131