Giacomo Colombo scultore da Napoli alle Province del Regno: l’inedito San Michele ligneo (1717) di Città Sant’Angelo

8.00

Descrizione

Storia dell’arte [149] Nuova Serie 2018|1

Isabella Di Liddo

Giacomo Colombo scultore da Napoli alle Province del Regno: l’inedito San Michele ligneo (1717) di Città Sant’Angelo

Il San Michele di Città Sant’Angelo va ad arricchire il corpus delle opere documentate e firmate dello scultore napoletano Giacomo Colombo. Artista versatile nella lavorazione del legno e del marmo, lo scultore si rivela leader nella produzione di sculture in legno policrome: una bottega accorsata di discepoli e collaboratori, un cantiere impressionante che vede la produzione di opere di diverso formato e versatile nel dialogo linguistico con altri colleghi a lui contemporanei (da Luca Giordano, a Giovan Battista Gaulli, Giacomo Del Po a Francesco Solimena). La continua richiesta, a dimensione mediterranea di questi modelli, da Napoli alle Province alla Spagna, favorita dalle rotte dei porti, è da considerarsi il risultato di un lavoro di équipe che per le botteghe presupponeva anche una capacità culturale e imprenditoriale di vasto raggio.

Informazioni aggiuntive

Numero

149