Saraceni e l’incisione di traduzione all’inizio del Seicento. Il Transito della Vergine di Jean Le Clerc 

8.00

Descrizione

Storia dell’Arte 134, Gennaio – Aprile  2013

Michela Gianfranceschi

Saraceni e l’incisione di traduzione all’inizio del Seicento. Il Transito della Vergine di Jean Le Clerc

Il saggio affronta per la prima volta il rapporto tra Carlo Saraceni, la sua bottega romana e la stampa di traduzione a lui contemporanea. Attraverso l’analisi dei vari esemplari della nota incisione firmata da Jean Le Clerc e tratta da una delle versioni del Transito della Vergine del Saraceni, l’autrice delinea una nuova interpretazione dell’immagine a stampa, fino ad oggi posta in relazione soltanto alla pala di S. Maria della Scala. L’incisione di Le Clerc diviene, in base alle letture estrapolate dai testi sapienziali, un punto di incontro tra la tradizione liturgica e la devozione popolare, esemplare testimonianza della cultura religiosa post-tridentina.

Informazioni aggiuntive

Numero

134