«Parmi d’andare peregrinando dolcissimamente per quell’Etruria». Scoperte antiquarie e natura nell’Etruria di Curzio Inghirami e Athanasius Kircher

8.00

Descrizione

Storia dell’Arte 133, Ottobre -Novembre-Dicembre 2012

Camilla S. Fiore

«Parmi d’andare peregrinando dolcissimamente per quell’Etruria». Scoperte antiquarie e natura nell’Etruria di Curzio Inghirami e Athanasius Kircher

Il saggio ricostruisce attraverso una cospicua documentazione inedita la nascita dell’etruscologia negli ambienti antiquari toscani e romani dagli anni Trenta agli anni Settanta del XVII secolo. Tramite il contributo di personalità come il nobile volterrano Curzio Inghirami e il gesuita Athanasius Kircher, l’autrice delinea un contesto storico e culturale determinante per la nascita e l’evoluzione della scienza antiquaria seicentesca, il cui riflesso figurativo si coglie nell’opera dei più importanti paesaggisti allora attivi, con particolare riferimento alle figure di Salvator Rosa e Stefano della Bella.

Informazioni aggiuntive

Numero

133