Una nuova Vergine Annunziata di Scipione Pulzone

8.00

Descrizione

Storia dell’arte [150] Nuova Serie 2018|2

Antonio Vannugli

Una nuova Vergine Annunziata di Scipione Pulzone

Scipione Pulzone era solito tanto replicare i personaggi più felici delle sue opere religiose per inserirli in nuove composizioni, quanto variarne i profili per riproporli sotto le stesse o altre vesti iconografiche. Fra gli altri, è il caso della figura della Vergine nell’Annunciazione del 1587 oggi a Capodimonte, di cui nel 2017 è apparsa sul mercato londinese un’inedita e splendida replica autografa limitata al solo busto. Per l’ulteriore sintesi formale a cui sono sottoposti i volumi, le cromie accese, la presenza del cangiantismo nel manto e il quasi allucinato naturalismo dei tessuti – elementi tutti a tesi a rappresentare in forma sensibile l’epifania del divino – l’icona è databile al periodo tra il 1588 e il 1594. Non è purtroppo possibile precisare, tra i sei dipinti più o meno compatibili di cui si ha notizia attraverso varie fonti d’archivio, se e con quale di essi questa nuova Vergine annunciata sia identificabile.

Informazioni aggiuntive

Numero

150