Ultime novità sulla dispersione della collezione Gerini

8.00

Descrizione

Storia dell’arte 125/126, 2010

Maria Teresa Didedda

Ultime novità sulla dispersione della collezione Gerini

Il contributo fornisce nuovi dati sulla dispersione della collezione Gerini, avvenuta tra il 1825 e il 1836 che vanta, tra l’altro, opere di Cranach, Veronese, Ribera, Reni, Batoni. L’identificazione delle opere ricordate nei documenti si avvale sulla Raccolta di ottanta stampe, voluta nel 1785 da Carlo Gerini, con incisioni dai maggiori capolavori della collezione. Tra gli acquirenti è anche Francois Xavier Fabre che ne donerà parte al museo di Montpellier, inaugurato nel 1828. In appendice si pubblicano documenti inediti dal fondo Gerini dell’Archivio di Stato di Firenze.

Informazioni aggiuntive

Numero

125/126