Giovan Battista di Benedetto Fiammeri accademico del disegno a Firenze e coadiutore gesuita a Roma: integrazioni documentarie

8.00

Descrizione

Storia dell’Arte 113/114, Gennaio – Agosto 2006

Flavia Strinati

Giovan Battista di Benedetto Fiammeri accademico del disegno a Firenze e Coadiutore gesuita a Roma: integrazioni documentarie

Nel 1630 l’incisore André Pauwels riceve dall’editore anversese Balthasar Moretus l’incarico di «amender», ossia di rifinire, le «figures» del padre Silvester, destinate ad illustrare opere a stampa della Compagnia di Gesù.
Invero, i compiti relativi alla produzione artistica della Compagnia di rado vengono assolti dai Padri: l’ordine gesuita fin dal suo sorgere prevede la disponibilità di “Coadiutori temporali”, fratelli senza ordinazione sacerdotale, responsabili di tutte le faccende non strettamente inerenti al dominio confessionale, dalle occupazioni domestiche alla decorazione di cupole e refettori.
Nel ricorrere dei casi in cui i gesuiti affidano all’intaglio rami corredati da indicazioni grafiche concepite nell’ambito dell’ordine, o addirittura dopo preliminare sbozzatura, va riconosciuto il delinearsi di una vera e propria prassi redazionale.

Informazioni aggiuntive

Numero

113/114